Tentativo di conciliazione in caso di licenziamento economico effettuato da imprese edili o per perdita di appalto

La riforma Fornero ha imposto al datore di lavoro con più di 15 dipendenti, il quale intenda procedere al licenziamento economico (o per giustificato motivo oggettivo), di esperire preventivamente un tentativo di conciliazione.

In altre parole, il datore di lavoro non potrà più procedere direttamente con il licenziamento del lavoratore, ma dovrà preliminarmente attivare una procedura di conciliazione.

Lo scopo della procedura è quello di favorire il confronto tra datore di lavoro e lavoratore e di trovare, laddove possibile, soluzioni alternative al licenziamento.

Successivamente alla riforma Fornero, tuttavia, la legge è intervenuta nuovamente sulla materia, ed ha previsto alcuni casi in cui il datore è esonerato dall’esperire il predetto tentativo.

Tra questi, ve ne sono due che esaminiamo in questo articolo.

Il primo riguarda i lavoratori che vengono licenziati in conseguenza di …

Puoi continuare a leggere l’articolo cliccando qui!


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.