Licenziamento per impedimenti fortuiti del lavoratore

Durante lo svolgimento del rapporto lavorativo può accadere che il dipendente venga ad assentarsi per malattia o infortunio.

La malattia o l’infortunio rappresentano tipici impedimenti fortuiti inerenti la persona del lavoratore.

In alcuni casi, e a determinate condizioni, la malattia o l’infortunio possono portare al licenziamento del dipendente.

Il lavoratore malato o infortunato, in effetti, ha diritto alla conservazione del posto di lavoro per un determinato periodo (c.d. periodo di comporto), la cui durata è stabilita dal contratto collettivo applicabile al rapporto di lavoro (es. 1 anno).

Decorso il periodo di comporto, tuttavia, se il lavoratore è ancora malato o infortunato, il datore di lavoro può procedere al licenziamento dello stesso.

Tale recesso prende il nome di licenziamento per superamento del periodo di comporto.

Qui la risoluzione del rapporto di lavoro non avviene automaticamente, vale a dire per il semplice decorso del periodo di comporto, ma è necessario che il datore di lavoro …

Puoi continuare a leggere l’articolo cliccando qui!


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.